Come funziona

Ogni piano include una quantità predefinita di crediti, spazio su cloud e larghezza di banda, calcolati su base mensile:
•i crediti sono usati per eseguire script; a seconda della complessità dello script, una serie di crediti viene consumata dal tuo account ogni volta che ne viene eseguito uno;
•lo spazio viene utilizzato per memorizzare le immagini su cloud; questa operazione non è obbligatoria ma necessaria se si desidera eseguire più attività sulla stessa immagine o pubblicare le proprie immagini tramite CDN;
•il traffico è quello generato dai contenuti quando vengono trasferiti dalla piattaforma Ozwol (risposte API, traffico CDN, ecc.). Il trasferimento dei dati verso la piattaforma Ozwol non è conteggiato.

Una volta scelto e sottoscritto un piano, puoi utilizzare il servizio tramite tre diversi approcci, in base alle tue esigenze:
• integrare la tua soluzione con le nostre Api RESTful;
• configurare delle hot-folder, dove puoi caricare i file che devi elaborare;
• creare dinamicamente contenuti e distribuirli tramite CDN.

In tutti i casi, puoi elaborare le immagini utilizzando procedure speciali (script) per analizzarle, modificarle ed eventualmente pubblicarle.

 

API RESTful

La soluzione client esegue una richiesta POST, inviando le seguenti informazioni:
• una chiave API, per l’autenticazione;
• un’immagine (codificata base64) o un riferimento all'immagine (URI, un altro bucket, ecc.)
• il nome dello script da eseguire sull'immagine
• i parametri richiesti dallo script

Una volta che l’immagine è stata elaborata, Ozwol restituisce i risultati del processo, come un file JSON o un’immagine modificata, in base al tipo di script che è stato eseguito. In quest'ultimo caso, l’immagine risultante può essere scaricata o salvata su un’area diversa (un repository di progetto, un server remoto, la CDN).

L’utilizzo del credito dipende dalla complessità dello script che è stato eseguito. Il trasferimento dei dati verso Ozwol non viene conteggiato.

Questo approccio è consigliato se è necessario integrare con Ozwol una soluzione esistente, come un DAM (Digital Asset Management), per eseguire operazioni avanzate che tale soluzione non fornisce nativamente.

 

Hot-folder

Questo approccio è molto veloce da configurare e non richiede alcuna integrazione API.

Utilizzando la console di Ozwol è possibile creare una cartella nel repository del progetto, impostandola come hot-folder e assegnandole uno o più script. Ad ogni script è necessario associare una destinazione come un'altra cartella, un altro bucket, un server SFTP remoto, la CDN).

Una volta che tutto è stato configurato correttamente, è possibile caricare i file nella hot-folder, utilizzando un client compatibile con i protocolli S3 o SFTP. Ogni file caricato viene elaborato dagli script associati alla hot-folder selezionata. I parametri dello script, se necessario, possono essere passati utilizzando il nome della cartella e/o il nome del file. I risultati (file JSON o immagini) vengono quindi salvati nella destinazione finale precedentemente impostata.

Questa attività avviene in tempo reale, ma è compito dell’utente scaricare i risultati dell'elaborazione.

L’utilizzo del credito dipende dalla complessità dello script che è stato eseguito. Il trasferimento dei dati verso Ozwol non viene conteggiato.

Questa soluzione è consigliata nel caso sia necessario elaborare file per un periodo di tempo limitato, senza dover integrare una soluzione di terze parti.

 

Distribuzione su CDN

Le immagini, che vengono memorizzate in modo permanente nel bucket del progetto, possono essere modificate in tempo reale e facilmente pubblicate su CDN, per essere utilizzate su siti Web, App Social e progetti mobile.
L’URL dell’immagine conterrà:
• il nome dello script da eseguire sull’immagine
• i parametri dello script
• il nome dell’immagine, precedentemente caricata nel bucket del progetto (vedi Passaggio 1 di seguito)

Questa soluzione consente di distribuire e contemporaneamente mantenere il controllo delle immagini su tutti i canali digitali, monitorandone l’utilizzo e limitandone la visualizzazione tramite data di embargo e data di scadenza.

Il credito dipende dalla complessità dello script che è stato selezionato, ma viene scalato solo la prima volta che questo viene eseguito (vedi Passaggio 2 di seguito), in quanto l’immagine risultante viene memorizzata nella cache e riutilizzata con le chiamate successive (vedi Passaggio 3 di seguito ). Il trasferimento dei dati verso Ozwol non viene conteggiato.

Questo approccio è consigliato se è necessario distribuire in tutto il mondo grandi quantità di immagini in diversi formati, elaborate in tempo reale e per mantenerne il controllo.